15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 1 5000 1 horizontal https://www.vadoaviveredasolo.net 300 4000
Vado a vivere da solo Come tornare single e sopravvivere!
dove rimorchiare single

Single: i posti migliori per rimorchiare

Avatar
Gennaio 26, 2016

Immaginiamo che sei un single quarantenne fresco fresco, che si trova nella giungla urbana senza più abitudini, senza amici, magari hai pure cambiato città. Dove rimorchiare?

Con la memoria cerchi di ritornare ai bei tempi che furono, ma intorno a te non c’è più quel tessuto sociale che conoscevi: scuola, università, comitiva. E allora ti tocca ricostruirlo, e andare nei posti dove è probabile incontrare donne single (oppure semplicemente donne) con le tue stesse intenzioni.

Oggi le app di dating vanno fortissimo, ma a quelle riserverò un post apposito, ora concentriamoci sugli spazi fisici. Se non sei un tipo da rimorchio serale nel locale, o non hai amici che ti facciano da spalla nelle tue scorribande, il suggerimento è quasi unanime: frequenta un corso.

Frequentare un corso  è un’ottima idea

rimorchiare scuola di salsaLa maggior parte dei “colleghi” maschi tramanderà racconti libidinosi legati a scuole di salsa e balli latino-americani, dicendoti che la presenza femminile è di 10 a 1 e che ogni sera si svolta.


E’ in parte tutto vero (specie se ti piacciono le cougar), ma c’è un solo piccolo problema: la salsa ti sta sul cazzo e parimenti le tipe che “vanno a salsa” (meglio il tango, senti a me). Sei un 40enne rompipalle, ormai lo sai bene e non sei disposto proprio a tutto tutto per la scoiattolina.

A questo punto dovresti considerare qualche attività che richieda meno esibizionismo ginnico-motorio e più possibilità di scambio verbale.

corsi di cucina per single

Un bel corso di cucina potrebbe garantire una abbondante presenza femminile, un’alto numero di donne single che vogliono imparare a cucinare (quindi non Mamme Orse) e il plus di quel nonsochè che oggi si attribuisce all’uomo in cucina, che simula le movenze di Cracco anche per fare un uovo sodo.

studentesse singleSe la cucina proprio è l’ultimo dei tuoi interessi (malissimo), e se magari lavori in ambito comunicazione, media, giornalismo, tecnologia, i corsi professionali di materie digitali sono solitamente pieni di gnocca: età media 30-35 anni, il look curato di chi sogna di lavorare in agenzia, persone creative o comunque spiritose e aggiornate.

E poi una donna in cerca di lavoro, o che vuole cambiare la professione, non ti abbotterà le balle con la sua vita lavorativa, cosa che molte 40enni “in carriera” tendono a fare.

Se il tuo lato forte è invece quello intellettuale e hai l’occhiale giusto e la giacca di velluto, sappi che le librerie organizzano un sacco di corsi e serate. Sono gratuiti, troverai gnocca occhialuta o bohemienne come piace a te, e di sicuro gli argomenti in comune non mancheranno. Prediligi librerie piccole e alternative, inutile perdersi in una Feltrinelli.

Anche i corsi di pittura, mosaico, restauro offrono buoni stimoli e tanta fauna femminile, però non sono sicuro che tu sia portato per un impegno simile.

Rimorchiare in palestra o al supermercato?

zoolanderQualcuno potrebbe dirti palestra, ma quello dipenda dallo stato della tua pancia e dei tuoi tricipiti: la palestra è appunto il regno dei 30enni e per molti di loro è una ragione di vita, indi non mancano i cultori del fisico scolpito.

Sei sicuro tu, 40enne appena uscito da un lungo periodo di letargo, di volerti mettere in competizione a colpi di bilancere con gente tartarugata che si depila il petto? E’ vero che in confronto a te il 50% di loro pare uscito da Zoolander, ma l’altro 50% ti fa il posteriore senza battere ciglio.

Come da tradizione, anche rimorchiare al supermercato è un buona opportunità, anche perchè la donna single si accorge del tuo status di scapolo non appena vede i prodotti che hai nel carrello. Se hai sofficini, wurstel e birre sei single, se al contrario hai broccoli albini di Acireale biologici e controfiletto di neonato di angus biondo di San Carlos de Bariloche, sei sempre single.

Il limite del supermercato è che solitamente si trova vicino casa, e ti ho già sconsigliato di flirtare con le vicine.

Aggiornati sugli eventi in città

Se sei sempre aggiornato sugli eventi della tua città, inizia a segnarti incontri fotografici (gli Instameet ad esempio), passeggiate turistiche, raduni di amanti dello sport e delle camminate.

Per rimanere sempre aggiornato oltre a consultare i siti di eventi sfrutta appieno Facebook, e inizia a seguire le comunità locali e le cose che accadono nelle vicinanze (e alle partecipanti). Ci sono tante associazioni vicino a te delle quali non conoscevi l’esistenza, vedrai. Serate per single, speed date e appuntamenti al buio mi stanno sul cazzo, ma è un’opinione personale: fallo normale!

Sul discorso scuole e mammine vispe neanche mi ci cimento, dato che la mia esperienza è quella di single senza figli, anche se potrei sempre fare come descritto da Nick Hornby in About a boy. Insomma, apri gli occhi e non pensare che il rimorchio sia una roba da discoteca e wine bar: le occasioni migliori sono proprio quelle meno appariscenti.

Non imbrogliare: sii te stesso

Qualunque cosa tu scelga di fare, non stravolgere l’immagine di te che vuoi dare agli altri. Se non ti piacciono i libri stai alla larga dagli incontri con scrittori palestinesi, se sei una patata da divano non metterti una costosa tenuta da perfetto ciclista: saresti patetico e fuori posto.

Cerca posti a te affini, non importa se hanno una percentuale di rimorchio bassa: è la qualità che conta. Ma affini non vuol dire per forza confortevoli (leggi qui perchè uscire dalla comfort zone), vuol dire semplicemente posti dove ritieni di poterti esprimere sinceramente e senza dover impersonare un uomo che non sei.

video sui single


COMMENTI 2
  • Avatar
    Novembre 2, 2018 at 11:47 pm
    Kristen

    Ho provato diversi di questi consigli, corsi di yoga, cucina, palestra. Ma ho sempre trovato sopra i 40. Direi che la fascia 30-35 (io ne ho 36) è come se non esistesse. O sono in procinto di sposarsi , oppure hanno appena sfornato uno o più pargoli. Quelle poche rimaste sono tutte depresse perché uscite da storie lunghe. Quello che rimane, sono obese, lesbiche o tremendamente brutte. Non è semplice.

  • Avatar
    Settembre 5, 2019 at 7:21 am
    Marco

    Un mio collega disse: “se una donna carina attorno ai 30-35 anni è single da parecchio tempo significa che è una rompicoglioni”.
    Se evitiamo di soffermarci sui dettagli di questa frase e la analizziamo dal punto di vista più filosofico, possiamo dire che racchiude una grande verità: le migliori sono già occupate.

    Io accetterei le depresse di cui parli: piuttosto di un’oca preferisco una che si fa anche un pianto sulla mia spalla.
    Poi anche le divorziate con figli. Magari non sono quelle giuste per chi sogna di mettere su famiglia con figli propri, ma sono l’ideale se invece puntiamo a un rapporto non soffocante: hanno i fatti loro, coi loro figli, non rompono le palle per averne altri e spesso sono anche molto autonome economicamente (se la casa era del poveraccio che hanno buttato fuori). Un weekend sì e uno no i figli stanno con papà quindi potrai anche tenerti i tuoi spazi, idem per le ferie estive.

Lascia un commento