15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 1 6000 1 fade https://www.vadoaviveredasolo.net 300 4000
Come tornare single e sopravvivere
esperienza-con-viagra

Mamma, ho provato il Viagra!

Avatar
Gennaio 9, 2019

Provate a chiedere ai maschietti over 40 se hanno mai provato il Viagra, otterrete in risposta risatine di scherno e il solito corollario di risposte da Alpha Men: non ne ho certo bisogno, forse quando sarò vecchio, piuttosto mi ci vorrebbe il Valium, e insomma tutto il repertorio del celodurismo, anche da chi da anni ha come unica partner una bistecca frollata ben stretta nel pugno.

sesso-con-amico

La verità è spesso diversa dalle chiacchiere da bar, e nella vita può accadere di voler ricorrere a un “aiutino”, una cosa che è più comune e sdoganata di quanto si pensi (eh si, forse anche quell’insaziabile stallone che frequentavi non te lo ha mai detto ma prendeva più pillole blu di un puffo diabetico).

Ansia da prestazione, un rapporto di coppia logoro, tanti problemi in testa, voglia di stupire, incomprensioni a letto: sono tantissime le motivazioni che possono inquinare il sesso e spingere a cercare una soluzione facile nel Viagra, o meglio nel Sildenafil (il nome del suo principio attivo, che è diventato quello del farmaco generico).

La mia esperienza con il Viagra

In un momento di calo pesante della libido, dovuto a fattori sui quali non starò a dilungarmi, anche io ho deciso di provare la medicina dell’ammore per sbloccare una situazione che si era arenata in un circolo vizioso di “è colpa tua, no è colpa tua, forse è colpa nostra, c’avvim’a fa’?”.

astinenza dal sessoMi sono quindi recato dal medico curante, camminando rasente lungo i muri, con la testa coperta da un cappuccio e la vergogna che opprimeva il cuore che in confronto La Lettera Scarlatta sembrava un libro di Cracco. Con grande sollievo ho visto che il medico mi ha prescritto il mio tessoro blu con la tranquillità di chi ti suggerisce di prendere una bustina di Magnesia (le uniche raccomandazioni sono state di evitare se si ha la pressione bassa e di acquistarlo rigorosamente in farmacia).

Ma quanto costa il Viagra (Sildenafil)?

viagraIn farmacia ho chiesto il generico meno dispendioso e al prezzo di 22 euro mi sono portato a casa quattro pillole di Sildenafil da 50 grammi (il dosaggio medio). Avrei potuto tacere alla pulzella del mio acquisto, ma ho preferito invece parlarne per affrontare insieme questa cosa, e dimostrare la mia volontà di risolvere un problema che riguardava entrambi, Fatto questo, ho ingerito il funghetto magico aspettando che dopo un’oretta mi accadesse qualcosa (un po’ come Bruce Banner che attende di diventare Hulk, con tanto di boxer strappati dalla comparsa di un gigante verde al loro interno).

Quindi cosa succede?

In realtà non accade niente, non ci sono sintomi di nessun tipo, tu sei lo stesso di prima e non sei vittima di un’erezione spontanea e prepotente. A quel punto abbiamo deciso di avviare “sul campo” la sperimentazione scientifica, e devo ammette che…il trucco c’è ma non si vede. Nel senso che dopo un minimo di sollecitazione l’erezione arriva e rimane, e questo dona sicurezza anche a tutte le altre ansie di un rapporto. Inoltre, immediatamente dopo la “prima” (non dico dieci minuti dopo ma proprio immediatamente) si è pronti per una nuova sessione, e questo giochino dura tranquillamente per quattro ore.

Il Santo via-Graal?

Il Santo Graal diranno in molti e in molte, ma in realtà non è esattamente così. Un rapporto sessuale non è solo un fatto di erezione, e quindi dopo aver trovato la propria soddisfazione si continua ma in modo non strettamente legato al desiderio, un po’ come se il coso non fosse tuo, per capirci.

Ripartiamo in sicurezza con i preservativi più venduti nel mondo


big jim bottone

Schiacci Big Jim ed esce lo sfaccimm, la cosa è sicuramente gradita alla partner, ma per quanto assatanata anche una donna poi alza bandiera bianca e la possibilità di fare ginnastica per ore diventa poi come un all you can eat, dove però ti sei saziato già dopo l’antipasto e il primo. Tant’è che se userò ancora il Viagra, proverò a dimezzare il dosaggio per ottenere una tempistica di effetto meno persistente.

Conclusioni

Una sola volta non basta certo per scrivere le tavole della legge, ma mi basta per scrivere alcune impressioni. Innanzitutto che prendere il Viagra non implica l’automatico successo di una prestazione sessuale (mamma che sequenza di brutte parole) e che quindi non si deve smettere di cercare il desiderio, la situazione intrigante, l’armonia giusta, se no appunto il sesso diventa ginnastica. Inoltre, fa bene all’autostima sapere di avere in tasca la soluzione ai momenti di calo, ma non bisogna cadere nell’effetto contrario, cioè di iniziare a pensare che senza i “superpoteri” poi si andrà incontro a un fallimento certo.

trombamicaCredo che questo farmaco (ovviamente sempre dopo prescrizione del vostro medico) possa essere inserito all’interno di un rapporto di coppia come “plus” occasionale, che vada buttato lì ogni tanto, come un “o famo strano” che non diventi routine obbligatoria ma solo un piacevole diversivo per seratine hi-power, e che soprattutto abbia la funzione di migliorare o sbloccare un’intesa donando una sicurezza che poi ci si deve portare dietro sempre. Che poi magari dopo potrete anche colorare di blu la tachipirina, confidando nell’effetto placebo!

Sei single? Non perderti il libro di Vado a vivere da solo!

COMMENTI 0

Lascia un commento