15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 1 5000 1 horizontal https://www.vadoaviveredasolo.net 300 4000
Vado a vivere da solo Come tornare single e sopravvivere!
uomo con sensi di colpa

E basta coi sensi di colpa

Gennaio 16, 2016

Dopo aver rotto la mia lunghissima relazione, ho mangiato senso di colpa giorno e notte per molti mesi. Perchè la compagna che lasciavo era un angelo: semplicemente erano finiti quell’entusiasmo e quella progettualità che distingue una coppia di amanti da una coppia di amici intimi.

Forse tu stai male al 51%

Vedendomi così abbattuto, un amico mi ha dato l’unico suo consiglio utile a memoria d’uomo, mi ha detto: “tutti e due state male, ma forse tu stai male al 51%“.

Eresia, bestemmia…come posso io stare peggio di una persona crudelmente abbandonata, pensavo, mentre mi brucavo il fegato. E invece credo che l’amico avesse ragione, nel senso che oltre allo strazio della situazione io mi portavo sulla spalla anche il pappagallo nero del senso di colpa.

Non è mai colpa di uno solo

In realtà se una coppia arriva a separarsi dopo tanto tempo non può essere colpa di uno solo, a meno che quell’uno non sia un puttaniere, un narcisista borderline o un estimatore della De Filippi.


Se l’atto del lasciarsi sembra diventare un momento congelato, un Evento con un suo preciso boia e responsabile, è meno limpido destreggiarsi tra le mancanze accumulate in anni che vedono entrambi come “responsabili” (parola che non mi piace).

Sul momento quindi ci sono un Buono e un Cattivo, ma col tempo si ristabilisce una memoria più corretta e veritiera (e adulta) della storia di coppia. Quindi caro mio, inizia a uscire fuori da quella nuvola tossica dei sensi di colpa, chè le cose da fare in questo momento sono tante.

Probabilmente anche l’altra parte, dopo la rabbia iniziale, piano piano inizierà a ricordarsi di piccoli sforzi non fatti anche da parte sua, richieste mai esaudite, delusioni grandi e piccole che sembravano graffietti ma scavavano ferite. Ovviamente del parere del resto del mondo te ne devi fottere, perchè il mondo è pieno di chi non vede la trave nel proprio occhio, quindi su questo non voglio spendere neanche una parola: fuck off.

I sensi di colpa sono inutili

I sensi di colpa non aiutano te, non aiutano l’altro, non servono nè a tornare indietro nè ad andare avanti. Non sono nobili, non sono inevitabili, non sono dovuti. Occorre uscire al più presto da questo loop che porta solo ad una corrosione dell’autostima e all’ingerire non modiche quantità di alcolici.

Cerca di essere una persona utile, sostieni l’altra persona come puoi e superate insieme (se ancora vi rivolgete la parola) questo nuvolone in modo che possiate tornare tutti e due a sorridere e a saper cogliere nuove opportunità. Siete ancora vivi!

libro su come vivere da single


COMMENTI 1
  • Gennaio 14, 2021 at 10:40 pm
    Roberto

    Bellissimo tutto quello che scrivi…su questo però avrei da ridire…io sono un lasciato in questo momento, e io sono uno che sa cosa vuol dire lasciare, e non lasciare x un’altra, ma semplicemente perché l’amore era finito…ho provato fortemente i sensi di colpa, ma mai sono arrivato al 51%, x il semplice motivo che chi lascia alla fine è xchè vuole ritornare a essere libero, sicuramente con un sacco di ragioni, sicuramente xchè in quell’ Amore non stava più bene, o anche xchè l’amata x quanto amava poteva fare o dire cose che non si sopportavano più, ci sta!! Ma sicuramente chi Ama e viene lasciato sta peggio! Come dicevi, a parte i casi scellerati, nella normalità è giusto non massacrarsi con i sensi di colpa, come forse in questo momento da cattivo vorrei facesse mia moglie, ma la verità è che alla fine cerchiamo scuse x non sentirci troppo in colpa e si vuole addirittura passare x vittime!! Ripeto, l’ho fatto anch’io questo percorso, e ti assicuro che non stavo così male! Va bè, comunque grazie per tutto quello che pubblichi… molto valido!!

Lascia un commento