15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 1 5000 1 horizontal https://www.vadoaviveredasolo.net 300 4000
Vado a vivere da solo Come tornare single e sopravvivere!
pausa-di-riflessione

Lui, lei e la pausa di riflessione

Avatar
Luglio 13, 2019

Ieri una “signorina grande” chiedeva nel mio gruppo Facebook per single pareri in merito alla pausa di riflessione richiesta dal suo attuale frequentatore e che l’ha lasciata in uno stato di profonda prostrazione. Mi sono trovato quindi nello scomodo ruolo del distruttore di cazzate, cosa che per altro mi viene abbastanza naturale.

single materasso

Tagliamo subito la testa al toro: signore e signori, la pausa di riflessione non esiste, sapevatelo. O meglio esiste, ma non dovete immaginare qualcuno o qualcuna (il discorso è assolutamente unisex) in travagliato pellegrinaggio sui monti del Sinai mentre invoca al cielo tempestoso…c’aggia fa with you!

Il pellegrinaggio è reale ma assai più pagano e si restringe sempre e solamente ad una delle seguenti condizioni:

  1. Si è rifatta viva la ex che mi aveva gloriosamente sfanculato ed io come uno zerbino amoroso torno ad abbeverarmi alla sua ciotola dato che è la mia ciotola preferita
  2. Ho conosciuto una persona nuova che mi piace più di te e voglio campo libero senza i tuoi messaggi e telefonate a guastarmi la festa
  3. Ti sto mollando ma non ho il coraggio di dirtelo, dirado le comunicazioni così lo capirai da sola

Diciamo quindi che la pausa di riflessione è quasi sempre sintomo di overbooking, dove l’altro è costretto a scegliere chi buttare giù dal grattacielo e guarda caso ha scelto te, my little darling. La cosa particolarmente odiosa è che invece di tagliare i legacci e lasciarti andare verso nuova vita (tenendo conto che tu sei più coinvolta di lui, se no la pausa di riflessione col cavolo che te la proponeva), il furbastro ti mette in stand by, lasciando intendere appunto che si tratta solo di una pausa, un ritrovar se stessi, un mi dispiace devo andare.

E in effetti può essere una pausa, nel senso che quando la ex lo avrà mandato per stracci per l’ennesima volta, o la gallina nuova appena conosciuta avrà capito che è un pirla, il nostro prode tornerà magicamente redento da te, sostenendo di aver visto in sogno la Stella di Hokuto che gli mostrava la cosa giusta da fare.

seconda manoIl problema è che, quando qualcuno ti tratta da seconda scelta, ha definitivamente compromesso il rapporto. Sia da parte sua, perché ha ammesso che tu non gli basti e che se torna da te è perché non ha trovato di meglio come sicuramente sperava. Sia da parte tua, perché per quanto lui possa piacerti, non riuscirai mai a riaggiustare un piatto che è stato rotto e i vostri binari cominceranno a divergere sempre di più. Oltretutto, quello che è accaduto una volta, accadrà ancora, non appena si verificheranno di nuovo le condizioni espresse prima.

Nel film The Green Book il protagonista scrive una lettera alla moglie che recita “innamorarmi di te è stata la cosa più facile che abbia mai fatto”. Non dice “innamorarmi di te è stata la cosa più facile che abbia mai fatto, dopo una pausa di riflessione”. Perché la vita in fondo è semplice (ma bisogna passare i 40 per capirlo) e quando ci pare complicata vuol dire che dietro c’è la fregatura, ascoltate uno con la barba!

libro vado a vivere da solo

COMMENTI 0

Lascia un commento