15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 1 5000 1 horizontal https://www.vadoaviveredasolo.net 300 4000
Vado a vivere da solo Come tornare single e sopravvivere!
corsi-di-seduzione

Non vuoi essere single? Ecco i corsi di seduzione

Avatar
Ottobre 17, 2017

Essere single non deve mica essere una condizione eterna e immutabile dello spirito. Non tutti desiderano esserlo e non tutti sono portati per vivere questo tipo di vita. Sei stanco di essere solo? Non sopporti più di non avere nessuno con cui addormentarti e svegliarti al mattino? Ti angoscia l’idea di passare un altro San Valentino in pigiama davanti alla televisione?

non essere piu singleSe hai deciso che è giunto il momento di rimetterti in gioco dal punto di vista relazionale e sentimentale forse dovresti considerare l’opportunità di frequentare un corso di seduzione che ti rimetta in moto ispirandoti tecniche, strategie e segreti dell’arte della seduzione.

Non tutti lo sanno ma il web è costellato di blog di seduzione che regalano consigli pratici per imparare a sviluppare il proprio potenziale seduttivo ed avere maggiore successo con le donne. Ci sono veri e propri esperti che mettono a disposizione competenze teorico-pratiche per chi, stanco di autocommiserarsi, voglia davvero mettersi in gioco e avere una vita relazionale (e quindi anche sessuale), più appagante.

Esistono corsi di seduzione che possono svolgersi in loco o da remoto in tutta Italia e anche all’estero periodicamente vengono anche organizzati masterclass di alta formazione e boot camp intensivi di qualche giorno per fare una immersione totale nelle tecniche seduttive e fare molta esercitazione pratica (ehm…non è esattamente quello che immagini).

Basta solo rimettersi in gioco

corsi di seduzione

Seduttori quindi si un po’ si diventa, e con forza di volontà e tanta voglia di metterti in gioco e di centrare obiettivi sicuramente potresti riuscire nell’ intento di abbandonare la folta schiera dei single.

Bisogna innanzitutto tenere a mente che quello della seduzione è una sorta di gioco con le sue regole e i suoi schemi, ma resta comunque un gioco in cui si vince e si perde, ma che deve prima di tutto divertire. Il segreto del successo alla fine è quello di reagire di fronte all’ insuccesso (sembra il judo vero?) e imparare da esso chiedendosi dove e in cosa si è sbagliato e cosa poteva esser fatto per evitare l’errore. Imparare dai propri sbagli insomma e non perdere mai la voglia di giocare e di divertirsi.

Ritorno al passato

Purtroppo negli ultimi anni si è perso il senso fisico della seduzione: sembra un rituale lento e noioso, anche forse per via della tecnologia che fa disperdere la magia naturale dei rapporti uomo-donna. Le chat per single, le dating app, i social network moltiplicano sì esponenzialmente le possibilità d’incontro, ma, allo stesso tempo, rendono tutto più macchinoso e asettico e finiscono per allontanare le persone anziché avvicinarle.

A questo bisogna ogni tanto ribellarsi e agire contro tendenza per tornare ai bei tempi dorati in cui si abbordavano le ragazze magari per strada in barba alla timidezza e alla paura di ricevere un due di picche (cosa che per altro era la prassi, do you remember?).

Evviva le differenze

mente femminileBisogna inoltre essere motivati a comprendere un po’ meglio la psiche femminile prendendo atto delle differenze di genere e rivalutandole come un elemento di sfida. Che gusto ci sarebbe a conquistare una donna se fosse un nostro clone e non ci fossero differenze da capire e accettare?

È proprio questo che determina la possibilità di fallire, questa è la componente di rischio nel gioco della seduzione che lo rende così adrenalinico ed eccitante. Se tutto fosse scontato, se fossimo sempre certi del successo, allora sì tutto diventerebbe noioso e potremmo comprarci una bambola. E invece è proprio questo il bello: ogni volta c’è un brivido di eccitazione che magari ci fa sentire impacciati e inadeguati, ma ci impone di superare i limiti della nostra timidezza in virtù di una dolcissima ricompensa.

Ogni donna è un mondo misterioso, talvolta affascinante, talvolta problematico, che aspetta di essere esplorato e magari conquistato. A noi non resta che equipaggiarci di una buona dose di audacia e di fair play e lanciarci nei nostri bravi tentativi, dove a volte saremo aquile e a volte polli.

COMMENTI 0

Lascia un commento