15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 1 5000 1 horizontal https://www.vadoaviveredasolo.net 300 4000
Vado a vivere da solo Come tornare single e sopravvivere!
siti di incontri single

I siti di incontri hanno ancora un senso?

Avatar
Aprile 15, 2020

Ho già narrato della vita dei single in quarantena e del sesso ai tempi del coronavirus, anche perché è difficile parlare d’altro in questi giorni. Tanti si staranno anche chiedendo quale sarà la sorte dei siti di incontri nel 2020, oggi che conoscersi dal vivo è diventato una chimera. Tutta quell’umanità che affollava i vari Meetic, Tinder, Badoo, si sarà magicamente dissolta come i vampiri al primo sole? Entrando nelle app di dating ci sentiremo come la particella di sodio dello spot (c’è nessuunoooo?) e vedremo intorno a noi solo la gente morta, tipo Il Sesto Senso, anziché la gente morta di figa, come era prima?

siti di incontri extraconiugaliSicuramente i giganti del dating online hanno avuto una bella mazzata da quando siamo in quarantena, ma io credo che in realtà sia solo questione di cambiare approccio. E’ vero, difficilmente qualcuno si sobbarcherà mensilmente il costo di Meetic senza la possibilità di un venerdì sera alternativo con Matrona67, ma guardiamo in faccia la cruda realtà: oggi abbiamo milioni di single chiusi in casa e che non scopano.

Un capitale umano (e sottolineo mano) che qualcuno dovrà pur sfruttare, perché è nei momenti di crisi che si generano opportunità, come dicono da sempre i guru del marketing. La voglia di sesso non è diminuita, anzi forse mai come in questo momento viene idealizzata e messa al primo posto nelle fantasie quotidiane di uomini e donne single perché come tutte le cose, finché ce l’hai non gli dai l’importanza che merita.

Bisogna solo dirottare il suo appagamento dal reale al virtuale, un po’ come nelle chat di fine anni ’90 quando si praticava frequentemente il sesso testuale, oggi chiamato sexting, che da pratica bizzarra per sociopatici è diventata oggi un’abitudine anche per le casalinghe italiane più rispettabili, grazie a Whatsapp. E quindi app e siti di incontri online dovrebbero concentrarsi più sul favorire nuove conoscenze a distanza che sulla nottata mordi e fuggi al Bates Motel con l’estetista di Pinerolo.

Distanti ma uniti, mica l’ho detto io!

Dato che il nostro inguaribile ottimismo ci suggerisce sempre di vedere la vagina mezza piena, provo a elencare alcuni sviluppi positivi che questa situazione ci può portare. Come diceva la canzone: e non finisce mica il cielo, anche se manca Hatù!

zoom videochatIl boom delle videochat

Oggi anche la creatura più refrattaria al virtuale usa quotidianamente Zoom, Skype, Teams, per le lezioni di yoga online, per i briefing lavorativi, per le reunion con la famiglia. Quindi potenzialmente un sacco di persone hanno gli strumenti per fare videochiamate sexy, dato che hanno preso confidenza col mezzo. Nessuna pulzella potrà più dirti che le piacerebbe provare ma…non ha un app per le videochat!

annoiarsi in quarantenaChe barba, che noia

La maggior parte dei single si annoia terribilmente ora che non può uscire. E’ quindi il momento propizio per chiedere alle proprie amiche di quarantena di provare a passare una serata diversa, perché non si vive solo di serie tv su Netflix. Non dimentichiamo che in questo periodo il vino scorre copioso sulle tavole solitarie, e questo è sempre un ottimo alleato per il calo dei freni inibitori

selfie siti di incontriAllargare gli orizzonti

Dato che non ci si può incontrare dal vivo, perché restringere il proprio campo d’azione a un range che va da Cusano Milanino a Gessate? A questo punto possiamo scegliere ed essere scelti anche da chi abita a centinaia di chilometri di distanza. Magari a fine lockdown ci troviamo anche un appoggio romantico in una bella meta turistica, chi può dirlo!

falso single sposatoCi siamo levati gli sposati di torno

Siamo finalmente riusciti a spezzare la concorrenza sgradita di quella marea di sposati finti single, che ora difficilmente potranno chiudersi in bagno a messaggiare, con la moglie che gli bussa alla porta ogni due per tre chiedendogli se hanno una colica. Lasciamoli pure alla loro sorte, probabilmente si separeranno a quarantena finita e diventeranno single a tutti gli effetti

trovare amore sui siti di incontriAmici di penna

Si ha tanto tempo per parlare, per raccontarsi. Molte persone cercano un amico di penna (che in realtà vorrebbe essere amico di pene) e nel silenzio dell’intimità domestica secondo me si torneranno a scrivere lettere d’amore, a cercare confidenti, a comunicare in modo più libero dato che non c’è la pressione del “ci vediamo domani per un kaffè?” E se proprio lui non riesce a esimersi dall’inviarti a tradimento la foto del pisello (sperando abbia almeno letto il mio galateo delle dick pic), la cosa può venire accolta con più ironia, dato che ci sentiamo tutti più protetti e al sicuro

dimensioni del penePiacere, sono Banana33

Nei paesi latinoamericani, i playboy da cartolina erano sfrontati, passionali, insistenti proprio perché sapevano che difficilmente sarebbero arrivati a “concludere” con le dame locali e a dimostrare le proprie capacità e incapacità amatorie. Ecco, pensa a quanti novelli reclusi si sentiranno dei Casanova virtuali una volta eliminate le ansie legate alle dimensioni del pene, all’eiaculazione precoce e a tutte quelle rogne che subentrano quando “si fa sul serio”. E se la natura non è stata generosissima, cerca di trovare l’inquadratura migliore che puoi!

abbigliamento da nerdScusa il pigiama

Non compri una camicia decente dal 1998, i tuoi gusti nel vestire sono terribili, hai solo tre paia di calzini e verresti bloccato all’ingresso di qualsiasi discoteca alla moda. E’ la tua occasione, dato che nessuno si stupirà se in video, e a casa tua, sei sempre vestito in maglietta o in pigiama. Però cerca di recuperare, dato che un bel giorno dovrai pur uscire dalla tana

single al telefonoCi sentiamo vicini vicini

I grandi momenti collettivi hanno la caratteristica di far sentire le persone più vicine, danno la sensazione di avere qualcosa in comune. E’ quindi più facile oggi rompere il ghiaccio e avere una maggiore intimità, basterà parlare dell’argomento del giorno e si darà via a una conversazione fiume senza doversi inventare niente di strano. Un bel passo avanti rispetto ai tanti Buongiorno Principessa del passato, indubbiamente

Conclusioni

E’ chiaro che sto ironizzando su una situazione difficile per tutti (e quello dei siti di incontri è il minore dei nostri problemi), ma dato che ci tocca viverla, almeno cerchiamo di trovare degli spunti positivi e vitali che ci permettano di sopportarla meglio. Magari quando ne saremo finalmente usciti avremo più chance di prima, con l’augurio di imparare da questa lunga parentesi solitaria a uscire dal nostro guscio e a vivere con più apertura il nostro futuro. Daje tutta!

libro vado a vivere da solo

COMMENTI 0

Lascia un commento