15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 1 5000 1 horizontal https://www.vadoaviveredasolo.net 300 4000
Vado a vivere da solo Come tornare single e sopravvivere!
50 sfumature

50 sfumature di rosa salmone

Avatar
Febbraio 19, 2018

E in principio era il grigio, poi ci siamo sorbiti il nero, ora il rosso, ed è lecito aspettarsi di veder proseguire il filone delle 50 sfumature andando a scomodare ogni singolo colore dell’arcobaleno.

Esplicito sin da subito il mio pensiero: l’intera “saga” è una boiata pazzesca. Il mio parere è sicuramente maschile e maschilista, ma sapete che solitamente i film graditi dalle donne risultano ributtanti agli occhi degli uomini, e se sono stato malamente in grado di sopportare Voglia di Tenerezza, Le parole che non ti ho mai detto, Ghost, e altri titoli in rosa, proprio non posso digerire l’erotismo plastificato di questa telenovela considerabile soft porno solo da una casalinga altoatesina sessantenne con le caldane.

film erotici anni 70E’ vero che in generale noi maschietti detestiamo tutto quello che viene catalogato sotto il titolo di cinema erotico. Nutriti sin dalla tenera età da Edwige Fenech e Nadia Cassini, vorremmo solo andare a colpi di fast forward e rewind a quei pochi attimi di ciccia e mandarli in loop saltando il resto.

Figuriamoci oggi, che tra Youporn e altre delizie non siamo più obbligati a sorbirci preamboli, finte recitazioni e improbabili quanto inutile trame. Per me trama erotica complessa vuol dire al massimo “oops, non ho i soldi , come potrò ripagare il tassista?” o “sono venuta a consegnare una pizza, come mai in casa ci sono due uomini nudi che mi fissano? Boh!”.

Già mal tolleravo Tinto Brass quando ero in età da ormone impazzito, ma almeno in quelle improbabili cagate spuntava fuori un rossetto sbavato, un culo strabordante, uno sguardo lurido, un qualcosa che avesse a che fare con la carne vera.

50 sfumature di rosso

Nelle ormai 150 sfumature di qualcosa invece, assisto con orrore alla morte civile del desiderio. Lei carina, lui carino, la casa carina, i soldi carini, persino le manette e le palline cinesi sono carine in questo Beatiful del bondaggio patinato. Tutto così perfettamente carinesco da rendere loffie anche le più ardite perversioni, specie se a richiederle è un ragioniere fisicato che propina contratti da firmare come fosse un dialogatore dell’Unicef che ci ha bloccato all’uscita della Feltrinelli o un impiegato Unicredit che ci strappa la cessione del quinto.

Sul fatto poi che nel 2018 ancora si faccia passare come piccante love story il rapporto tra un giovane riccastro annoiato che cerca di provare un brivido capace di andare oltre i pilates e una piccola fiammiferaia che elargisce ogni cavità pur di vivere in un attico di lusso, non dico niente perché mi rattristo.

Comprendo che sia divertente vedere comitive di milf affollare i cinema per poter fare la ola di fronte a un accenno di pecorina gridando liberamente “faccelo vedè, faccelo toccàààà”, ma non consideriamolo un classico del cinema erotico contemporaneo se no mi cascano le pelotas. Benissimo che ci siano film erotici di massa destinati a un pubblico femminile, ma almeno che sia un erotismo veramente e sguaitamente al femminile: fare un minestrone di fantasie maschili ripulite, sterilizzate, fotoscioppate e mettere il tutto in forma patinata, secondo me è la negazione stessa del sesso e non una modernizzazione della sua rappresentazione. Attendo con ansia il parere delle femminucce per capire se invece secondo voi in questa trilogia c’è qualcosa che davvero va a smuovere le parti basse e io non ci ho capito un beato come al solito!

COMMENTI 2
  • Avatar
    Febbraio 27, 2018 at 5:57 pm
    Sony

    Premetto che non ho visto i film perché mi rifiuto a priori. Però ho provato a leggiucchiare il primo libro tanto per avere un’idea, e per carità mi sono fermata prima di metà. Ah l’amante di Lady Chatterley, quella è letteratura erotica, tanto per fare un esempio.

  • Avatar
    Maggio 17, 2018 at 6:27 pm

    Ha praticamente fatto la stessa fine di Twilight: al 15 ho messo avanti per vedere cosa succedeva. Alla prima scena “erotica” sono scoppiata a ridere…poi ho spento.
    Credo che chi si sia eccitato/a nel vedere questo film abbia dei seri problemi. Sarò folle ma lui è sexy come una cacchina di pecora. Lei non posso giudicare.
    Siamo alla frutta.
    Penso alla scrittrice che è diventata ricca e ha dato il “la” per tuttte le trilogie a seguire.
    Pazienza.

Lascia un commento